Ma avevamo proprio bisogno del tuo blog? No, ma io avevo proprio bisogno di scriverne uno.

Ma avevamo proprio bisogno del tuo blog?

No, ma io avevo proprio bisogno di scriverne uno.



ATTENZIONE! QUESTI RIASSUNTI SONO COMPLETI DI FINALE!

Ho letto moltissimi libri, alcuni scelti in base ai miei gusti, molti altri consigliati da amici o dal fatto che fossero diventati negli anni/decenni/secoli dei classici 'imperdibili'. Ho avuto molte sorprese, ma anche molte delusioni. Ho trovato moltissimi libri sconosciuti davvero degni di esser letti e moltissimi classici o bestsellers da evitare come la peste.

Non ho nessuna competenza letteraria, scarsissima istruzione e solo molta voglia di leggere, confrontarmi ed eventualmente aiutare altri indecisi come me nella scelta del loro prossimo libro da leggere.

Ho iniziato ad elencare quelli che avevo letto dopo aver preso in prestito dalla biblioteca, per l'ennesima volta, sempre lo stesso libro!

Inoltre ho la bruttissima tendenza a dimenticarmi quasi del tutto la trama e a non rileggere quasi mai (ci sono state pochissime eccezioni) lo stesso libro più di una volta.

Per questi motivi ho deciso di trascrivere i riassunti alla buona che faccio a quella capra del mio ragazzo che, non avendo la passione per la lettura, ha tuttavia la passione per le storie e mi chiede di raccontargli questo o quell'altro libro.

sabato 16 agosto 2014

"Lettera da Pechino" P. S. Buck: 5

Cadrà un pregiudizio alla volta finchè non ci renderemo finalmente tutti conto che siamo fatti della stessa materia e uniti con la stessa energia coesiva, l'amore.




1950 Vermont + Cina
Elizabeth è una donna sola e ancora follemente innamorata di suo marito Gerald. A dividerli concorrono mezzo emisfero terrestre e la rivoluzione comunista. Gerald, rettore di un'università a Pechino, è figlio di un americano trasferitosi in Cina e di una donna cinese. In America, durante l'università, conosce e si innamora di Elizabeth e, sfidando tutti i pregiudizi di un tempo, decidono di sposarsi e di trasferirsi a Pechino. Trascorrono, lì e insieme, gli anni più belli di tutta la loro vita e hanno anche un figlio, Rennie.
Con l'evolversi della rivoluzione, gli americani non sono più ben accetti nel paese e Gerald decide di far partire sua moglie e suo figlio, verso la casa della famiglia di Elizabeth, per la loro sicurezza. Qui iniziano una vita contadina molto tranquilla, ma molto solitaria nella speranza che Gerald torni. Nella sua ultima lettera però scrive che la situazione politica peggiora sempre più, che ha deciso di restare nella sua patria per mandare avanti l'università e di sposare una donna cinese per destare meno sospetti sul proprio conto. Elizabeth, ben comprendendo le motivazioni di Gerald, è comunque annichilita dal dolore, ma incapace di lasciar morire il suo amore per lui. Gli anni passano, Rennie cresce alla ricerca della sua identità e alla fine riesce a trovare una ragazza che lo accetta e ama nonostante il suo quarto di sangue cinese nelle vene. Elizabeth, sola ormai da più di sei anni, riceve la notizia che Gerald è stato assassinato per aver tentato di fuggire dalla Cina per raggiungerli in America. Affranta e con il cuore a brandelli cerca il conforto nel matrimonio di suo figlio e nelle amorevoli attenzioni del medico del paese, lasciando però intendere che la totalità del suo cuore è svanita col suo primo, unico e grande amore.

Nessun commento:

Posta un commento